yogurt colato strudel di mele-caseificio Val d'Aveto

Yogurt Colato con Strudel di Mele

Denso, cremoso e alla frutta.

Una originale e golosissima creazione per il nostro yogurt colato che vede lo strudel di mele il dolce protagonista, per richiamare ad ogni cucchiaino i profumi lontani di spezie e frutta secca, come cannella e uvetta, e la morbida dolcezza della mela. Un viaggio tra storia, tradizioni, paesaggi e identità, cioè tutto quello che noi del Caseificio amiamo profondamente.

colatura-yogurtSottoponiamo il nostro yogurt ad un trattamento specifico di allontanamento del siero (processo di colatura) che lo rende denso e cremoso in maniera naturale.

icona-yogurt3Non contiene alcun tipo di additivo chimico o addensante, né panna e zuccheri; gli zuccheri aggiunti sono presenti solo nella purea di frutta.

Descrizione prodotto
Composizione:

Latte vaccino intero pastorizzato, fermenti lattici selezionati, purea di strudel di mele 22%.

Stagionatura Minima:

Prodotto fresco.

Validità:

30 gg. dalla data di produzione.

Conservazione:

In cella frigo a + 4° C.

Confezionamento:

Bicchieri da 180 g.

Note:

Confezioni con tappo richiudibile.

Scarica la scheda tecnica
VALORI NUTRIZIONALI
VALORI MEDI
VALORI MEDI PER 100 g:
Energia:
541 kJ - 129 kcal
Grassi:
Di cui acidi grassi:
Di cui acidi grassi insaturi:
5,1 g
3,5 g
1,6 g
Carboidrati:
Di cui zuccheri:
14,4 g
13,8 g
Fibre:
1,3 g
Proteine:
5,9 g
Sale:
0,01 g

Strudel di Mele

Sintesi di profumi, sapori e tradizioni

Abbiamo deciso di creare questo nuovo gusto per celebrare uno dei dolci più noti del nord Italia, preparato tradizionalmente in Alto Adige, Trentino, Veneto e Friuli Venezia Giulia, oltre che in Austria e Germania. Ma non tutti forse sanno la sua storia. Lo strudel proviene da luoghi lontani ed è il risultato di un felice connubio di tradizioni e identità differenti. Il suo antenato è la baklava turca, un dolce preparato con frutta secca e spezie, diffusosi in Ungheria durante la dominazione ottomana e poi nel nord Italia con l’impero austro-ungarico. L’abbondanza delle mele nella regione del Trentino ha fatto sì che questo dolce si trasformasse, accogliendo profumi e ricchezza propri del territorio. Si celebra così una fusione di diverse identità, di storia e di luoghi.